Futuro

DOMANI?

Ci sono sicuramente diversi futuri potenziali per questo “formidabile esperimento” che è SL.

Ci saranno ovviamente sviluppi tecnologici:

La possibilità di usare la voce

Vivox, azienda del Massachusetts, ha annunciato di aver sviluppato una tecnologia che permetterà agli avatar tridimensionali di Second Life di poter parlare realmente tra loro. In questo modo il mondo virtuale frequentato ogni giorno da milioni di utenti diventerà, se possibile, ancora più realistico.

Per far sentire la propria voce e ascoltare quella degli altri ci si dovrà semplicemente avvicinare all'interlocutore e parlare normalmente. Ancora non è dato sapere, però, se sarà possibile parlare con un microfono collegato al computer oppure se il software sintetizzerà le frasi scritte con la tastiera. Quello che sappiamo, invece, è che la nuova funzione includerà, tra le altre cose, un particolare effetto stereofonico che permetterà di ascoltare le voci degli altri esattamente dalla direzione in cui dovrebbero arrivare (così, se l'interlocutore è alla nostra sinistra, il suono arriverà dalle casse di sinistra, e così via).

"Integrare la voce all'interno del gioco - ha spiegato Joe Miller, vicepresidente di Linden Lab, la società che ha creato e che detiene i diritti del 'mondo virtuale' - è una naturale estensione del mondo che i residenti stanno costruendo. Non è tutto - ha aggiunto - perché il parlato introdurrà nuove opportunità sia nello sviluppo sociale che in quello del commercio". Second Life, lanciata quattro anni fa a San Francisco, dà per adesso la possibilità di comunicare solamente attraverso una sorta di chat.

SL sui cellulari

secondlife_cell.jpg

Un nuovo software realizzato da Comverse permette di esplorare il metamondo e comunicare con gli altri avatar anche quando non si dispone di un Pc.

Presentato al 3Gsm di Barcellona, l'applicativo può essere installato su qualsiasi dispositivo mobile supporti Java e sia in grado di connettersi a Internet.
Oltre che manipolare e guidare il proprio avatar attraverso SL, il software consente di inviare messaggi di testo (Sms/instant messaging) oppure Mms agli altri utenti loggati.

Durante una dimostrazione a Barcellona, poi, è stata anche instaurata una pioneristica telefonata dallo stand della fiera agli avatar che in quel momento stavano visitando gli spazi di Comverse su Second Life.

Gli sforzi della compagnia di networking multimediale wireless vanno nella direzione di abbattere l'attuale limite di SL: essere accessibile soltanto da un Pc fisso. Un altro software sviluppato sempre da Comverse permette di visitare il metamondo da qualsiasi piattaforma abilitata a connessioni video over Ip. E quindi anche dai nuovi Tv set-top box.

Sui cellulari, l'esperienza è più limitata rispetto che con un computer: è difficile scrivere frasi troppo lunghe. È indicato più che altro per fare un salto veloce e vedere chi sta visitando la tua area

La verifica dell'età rivoluzionerà profondamente SL.

In primo luogo, si prevede che molti utenti lasceranno SL o non si valideranno non volendo concedere a qualcuno i dati personali necessari per verificare la loro età, questo ridurrà il volume dei clienti a disposizione dell’industria dei settori Adulti (Casinò, Erotica, Sexy Club), rendendolo marginale.
Ciò avrà l’effetto di rendere Second Life molto più attraente per i clienti corporate e lascerà nel settore Adulto solo gli imprenditori più grossi e più capaci.
Il sistema di validazione dell’età sarà affidato ad una società esterna e avrà un costo da definire, ma a questo sarà aggiunto un sistema di classificazione dei contenuti che sarà a carico dei creatori degli oggetti.

Sculpted Prims

L’altra novità arrivata da qualche giorno su Second Life sono gli Sculpted Prims.
Questo sistema di costruzione è basato su una immagine i cui canali RGB rappresentano (invece che i colori) le coordinate spaziali.
Il sistema è rivoluzionario perché permetterà di costruire oggetti complessi con pochi e preziosi prims (per chi non vuole spendere una fortuna in terreni virtuali).
Grazie ad un semplice software permetterà fin da subito di provare a costruire piccoli oggetti mono-prim. Il software si chiama ROKURO e non richiede l’installazione. Non si possono ancora costruire oggetti complessi ma presto i principali software di CAD rilasceranno un plug-in per esportare in formato TGA (il formato che necessita SL per modellare i prim).

prims

Come tutte le grandi innovazioni tecnologiche anche questa avrà i suoi inevitabili effetti sull’economia. L’introduzione degli sculpted prims renderà immediatamente obsoleti una gran parte degli oggetti creati finora e anche buona parte del Know-how degli attuali dominatori del mercato.

Soprattutto la nuova tecnica richiederà molta più esperienza per ottenere buoni risultati, esperienza che non è detto sia alla portata di molta gente. Ciò ridurrà il numero di creatori di prodotti e li professionalizzerà.

Scalabilità: SL si espanderà con SL 2.0

Uno dei grossi dubbi sul futuro di SecondLife è sempre stato la stato la sua capacità di espansione.
La Linden pubblicherà uno studio su come sarà impostata SL 2.0 lato server.
In particolare:

  • Più che a potenziare l’HW ci saranno nuovi rivoluzionari algoritmi che miglioreranno le prestazioni
  • Verranno create nuove location per i Server della Linden (pure in Europa)
  • La grid sarà definitivamente decentralizzata dando anche ad altre organizzazioni o privati la possibilità di avere propri server connessi alla main grid.

Altri progetti

- Introduzione del nuovo Havok 4.5 come motore fisico
- HTML on a Prim
- Nuovo sistema di rendering che permetterà agli oggetti e gli avatar di avere ombre
- un nuovo sistema di riflessione della luce
- un miglioramento della mesh degli Avatar per renderli più dettagliati

L'articolo originario da cui sono state prese queste informazioni lo trovate qui.

"Voci di corridoio"

C’è chi dice che diventerà esclusivamente a pagamento, risolvendo così sicuramente le problematiche di traffico, ma enfatizzando la sua natura diciamo sociale e ludica.

Altri che costituirà la base (o una della basi) della prossima generazione del Web (la mitica 3.0) che sarà in tre dimensioni e non legata ad un provider esclusivo e con un potenziale commerciale enorme di creazione del virtual commerce.


Sarà una delle basi perché i mondi virtuali sono diversi (There, Entropia, vari mondi fantasy, …) tant’è che un italiano (Mario Gerosa, uno degli italiani più in vista di SL) ha creato un’agenzia di viaggi virtuali (Synthtravel), cioè che fa esplorare mondi virtuali ad avventurosi e curiosi turisti…
Ad ogni modo, i guru come il più noto studioso di ”synthetic worlds” Castronova stimano 100 milioni di avatar per il 2040…

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-Share Alike 2.5 License.